Hotel Villa Giovanna

Hotel Villa Giovanna gode di una posizione favorevole per un agevole raggiungimento delle principali mete turistiche del Salento. Si possono inoltre visitare i vicini centri storici delle città di Ugento, Felline Casarano, e Nardò, le estesissime campagne con i fantastici uliveti secolari. Si possono scoprire le spiagge fantastiche di Torre San Giovanni o le scogliere aspre e le profondità di molti punti della costa, in particolare a Nord di Gallipoli a Santa Caterina e Santa Maria al Bagno. Si possono cercare nelle campagne i caseddhi (trulli), le numerose Masserie e le Torri Colombaie, architetture uniche al mondo.

Il Territorio

Marina di Torre Suda gode di una favorevole posizione in quanto dista solo 7 km da Gallipoli e circa 12 km da Torre San Giovanni, due tra le più belle località del Salento. Gli ospiti di Hotel Villa Giovanna avranno la garanzia di godere di un piacevole soggiorno con la certezza di poter raggiungere, con estrema facilità, le più belle località turistiche salentine.

Vicinissimi i centri di maggiore interesse artistico ed architettonico, nonchè, i piì frequentati locali della movida salentina: dalla barocca città di Lecce ai caratteristici borghi di Otranto, dalla affascinante città di Gallipoli sino all'estremo lembo di terra italiana della suggestiva Santa Maria di Leuca, rinomata località che ospita l'incrocio tra i due mari, lo Jonio e l'Adriatico.

Nei pressi della struttura, la costa è caratterizzata da tratti di roccia bassa e piatta che si alternano a delle piccole calette di sabbia granellosa. Solo a pochi km le paradisiache spiagge bianche del Salento.

Gallipoli

Gallipoli, la Kalè Polis ovvero Città Bella è situata lungo la costa occidentale della pensisola salentina. Si affaccia sul mare Ionio con un litorale di circa 20 km che comprende le località di Punta Pizzo, Baia Verde, Rivabella e Lido Conchiglie. Il centro urbano della città è diviso in due parti, la città vecchia, posta su un'isola calcarea collegata alla terraferma con un ponte seicentesco, e dal borgo, che accoglie la parte più moderna della città. Nel comune di Gallipoli ricade il parco naturale regionale Isola di Sant'Andrea a circa un miglio al largo del centro storico, caratterizzato dalla presenza di animali selvatici e il e il litorale di Punta Pizzo una delle due estremità della baia di Gallipoli dalla caratteristica forma appuntita. Gallipoli è bellissima per le sue spiagge bianche e per il suo mare ma non da meno per la sua storia e i suoi monumenti. Non si può non visitare il suo centro storico con le sue stradine caratteristiche e le sue numerose chiese.Non si può non passeggiare lungo le sue mura antiche al tramonto o non godere dello spettacolo dello sbarco dei pescherecci al mattino. Difficile dire di no ad un aperitivo in uno dei tanti chioschetti ammirando un paesaggio mozzafiato nell'attesa di una serata all'insegna del divertimento e dell'allegria salentina.

Lecce

Lecce, nota come "la Firenze del Sud" o la "Firenze del Barocco" è il capoluogo di provincia più orientale d'Italia. Lecce sorge nella parte centro-settentrionale della pianura salentina, nel cosiddetto Tavoliere di Lecce, un vasto e uniforme bassopiano del Salento compreso tra i rialti terrazzati delle Murge, a nord, e le Serre salentine, a sud. E' una delle città a maggior densità di risorse e monumenti della Puglia. E' ricca di testimonianze e opere d'arte di epoca romana, medievale e rinascimentale, ma a caratterizzare la città è il barocco che esplode in una declinazione del tutto particolare e specifica. Questo stile architettonico si diffuse a Lecce nel Seicento, durante la dominazione spagnola, sostituendo l'arte classica e creando uno stile che lasciava spazio alla fantasia e all'immaginazione, grazie anche alla pietra locale, la pietra leccese: un calcare tenero e compatto, dai colori caldi e dorati che si presta molto bene alla lavorazione con lo scalpellino. Passeggiando per il centro storico della città, tra le varie chiese, monumenti, il castello e le innumerevoli Porte potrete andare alla ricerca dei più svariati souvenir in pietra leccese oltre alle tipiche e caratteristiche statuette di cartapesta.

Otranto

Otranto è situato sulla costa adriatica della penisola salentina,ed è il comune più orientale d'Italia famoso per i festeggiamenti che si svolgono nelle piazze nell'ultimo giorno dell'anno nell'attesa di osservare la “Prima alba d'Italia”. Dapprima centro messapico e romano, poi bizantino e più tardi aragonese, si sviluppa attorno all'imponente castello al cui rafforzamento fece provvedere Federico II di Svevia, alla cattedrale normanna caratteristica per il suo notevole pavimento a mosaico risalente agli anni 1163-1165 e la Chiesa bizantina di San Pietro. Pochi km a nord della città, sulla costa, sono da visitare i Laghi Alimini e la Baia dei Turchi. Tra i tratti di costa ancora incontaminati si segnalano la scogliera della Specchiulla e la spiaggia di San Giorgio. A pochi km vi è Castro che sulla sua costa ospita la Grotta Zinzulusa ha un'importanza particolare, essendo l'unico sito carsico italiano tra i dieci mondiali segnalati dal KWI come meritevole di tutela.

Santa Maria Di Leuca

Santa Maria di Leuca è una frazione del Comune di Castrignano del Capo. Rinomata località turistica è la propaggine più meridionale del Salento. Più precisamente si intende per Santa Maria di Leuca la zona sopra il promontorio su cui si trovano la Basilica e il faro (che con la sua altezza di 48,60 metri e la sua collocazione a 102 metri sul livello del mare è uno dei più importanti d'Italia), mentre la Marina di Leuca è situata più in basso ed è compresa tra punta Mèliso ad est, posta ai piedi del promontorio, e punta Ristola ad ovest, estremo lembo meridionale del Salento. È consuetudine ritenere che la punta Meliso, estremo lembo del tacco d'Italia, rappresenti il punto d'incontro tra le acque del Mar Adriatico e del Mar Ionio. La leggenda narra che Santa Maria di Leuca è stata il primo approdo di Enea. Successivamente sarebbe qui approdato Pietro apostolo, il quale, arrivato dalla Palestina, iniziò la sua opera di evangelizzazione, per poi giungere a Roma. Il passaggio di San Pietro è anche celebrato dalla colonna corinzia del 1694 eretta sul piazzale della Basilica, recentemente ristrutturata. Una scalinata di 284 gradini collega la Basilica al sottostante porto facendo da cornice all'Acquedotto Pugliese che, terminando a Leuca, sfocia in mare.